Come aprire un negozio online per vendere cosmetici

Come aprire un negozio online per vendere cosmetici 900 900 admin

La vendita dei cosmetici può essere molto redditizia soprattutto se affronti il lancio della tua attività dopo aver fatto un esame completo della situazione reale del mercato. È un mercato vivace e al tempo stesso ricco di concorrenti. Quindi è necessario avere un piano concreto a disposizione e prepararlo con cura prima di dare il via alla tua start up online. Dovrai definire l’immagine che vuoi dare al tuo brand, la tipologia di cosmetici da vendere, il tipo di sito e-commerce che vuoi creare e anche la pubblicità per farlo conoscere. Non ultimo, è necessario conoscere l’aspetto legale, ovvero le autorizzazioni che dovrai avere per vendere cosmetici online. Partiamo subito!

Definisci l’immagine che vuoi dare al tuo brand

Giudica la tua gamma prodotti nel modo più obiettivo possibile. Qual è il vantaggio principale che offrono i tuoi cosmetici? Parti da qui per stabilire l’immagine del tuo brand. Infatti se hai realizzato una linea di prodotti naturali potrai seguire l’ispirazione green. Se invece hai prodotti adatti alle ragazze, puoi puntare su una marca dalla personalità giovane. Se hai dei dubbi prova a pensare quali brand, tra quelli già esistenti, possono avere delle somiglianze e analizza il lavoro che hanno realizzato. Una volta stabilita la linea, trova un nome capace di creare aspettativa e lavora sull’immagine di conseguenza. Tornando all’esempio dei cosmetici naturali, immaginiamo di chiamare il brand “The Leaf” (la Foglia) potrai creare un logo a forma di foglia, utilizzare un colore naturale come il verde o il marrone chiaro. E utilizzare materiali sostenibili per mantenere la massima coerenza di marca. Se vuoi farti un’idea puoi sfogliare la produzione di un’agenzia specializzata in packaging.

Come vendere online: produzione, white label o rivendita?

I prodotti cosmetici da vendere possono essere diversi anche nell’organizzazione.
Produzione propria. Puoi decidere di produrre da te la tua linea di cosmetici, una soluzione piuttosto complessa, ma che lascia la massima autonomia. In questo caso infatti sarai tu a decidere tutto, a partire dalla formula dei prodotti. Si tratta quindi di una opportunità che offre pieno controllo e al tempo stesso richiede una forte conoscenza del mercato.
I prodotti white label. Sono prodotti realizzati da altre aziende, che tu puoi personalizzare con il tuo marchio. È un modo relativamente semplice per realizzare la propria linea di cosmetici e poi metterla in vendita ed è la scelta più naturale se vuoi lanciare in fretta la tua start up o se ti manca una linea per un’occasione specifica (per esempio il Natale) e non hai il tempo materiale per produrla. In questo caso dovrai affrontare un costo maggiore, ma con la comodità di avere il prodotto pronto, solo da “vestire”.
La formula rivendita. In alternativa puoi vendere prodotti di altri e creare un sito multi brand. Se la tua forza è proprio l’organizzazione commerciale, scegli questa strada. Infatti dovrai prendere accordi commerciali con diverse aziende, tenendo conto che gli utenti si aspettano un’ampia gamma di scelta da un sito di cosmetici multi brand.

Quanto costa creare una linea di cosmetici da vendere online

Ti stai chiedendo se l’idea di vendere cosmetici online fa per te? Prima di tutto devi valutare l’impatto economico. Se intendi realizzare una tua linea di cosmetici dovrai valutare spese di diverso tipo, dalla produzione alla pubblicità. Se non desideri avere sorprese, puoi scegliere una formula pacchetto che comprenda buona parte delle attività con un costo vantaggioso.
In ogni caso, prima di rinunciare, controlla le varie opportunità offerte agli imprenditori dallo Stato o dalle Regioni. Possono essere finanziamenti agevolati o supporti economici, in particolare per categorie come giovani e donne.

Creazione di un e-commerce

Per vendere i tuoi cosmetici online devi assicurarti una piattaforma e-commerce efficiente, veloce e che ti liberi dalle preoccupazioni.
Non illuderti! Se qualcuno ti dice che è facile vendere on line o che ci vuole poco per mettere on line un sito ecommerce performante probabilmente non ti sta dando delle informazioni non corrette. Contattaci per avere un confronto sul tuo progetto ecommerce e per avere una stima di tempi e costi.

Marketing e pubblicità per il tuo e-commerce di cosmetici

Il sito da solo non basta. Anche se bello e interessante non potrà funzionare se non è conosciuto in modo adeguato. Per questo è importante realizzare attività di pubblicità e sponsorizzazione continuative. Quali sono i mezzi principali per questa pubblicità?
Social Media Marketing: è la prima tappa per far conoscere il suo sito e-commerce. È un’attività che puoi seguire personalmente, ma soprattutto all’inizio potresti aver bisogno di un’agenzia specializzata che ti indica la strada più corretta da seguire, esaminando il mercato e studiando un piano editoriale adatto per il tuo pubblico. Grazie a queste indicazioni di base potrai poi proseguire in modo autonomo nelle varie piattaforme. Ricorda che i clienti sono abituati a comunicazioni professionali, quindi dovrai curare tutti i social in maniera impeccabile. Per vendere cosmetici online utilizza ogni piattaforma secondo il suo carattere specifico.
Facebook: è lo spazio ideale per raccontare la tua azienda e la tua storia, anche pubblicando testi più lunghi, che spiegano a fondo i benefici dei tuoi prodotti.
Instagram gioca soprattutto con le immagini, quindi è perfetto per attirare i tuoi clienti attraverso foto accattivanti, mostrando il risultato offerto dai tuoi prodotti, il design del packaging o il prima e il dopo di ogni prodotto.
TikTok: in quanto contenitore di video, TikTok può presentare il modo di utilizzare i prodotti in modo spontaneo e originale.
SEO: il tuo sito fin dalla pubblicazione deve essere ottimizzato attraverso la SEO, cioè inserendo le parole chiave più utilizzate nelle ricerche. È un lavoro da professionisti, che non si improvvisa facilmente, per questa fase è consigliabile rivolgersi a un’agenzia specializzata.
Content Marketing: per potenziare le visite al tuo sito puoi prevedere una sezione blog con contenuti legati al tuo settore, sotto forma di articoli, sempre ottimizzati sempre in ottica SEO. Scegli i temi tra quelli di maggior interesse del tuo pubblico e utilizza le parole chiave in modo sempre naturale.
Google Ads: è il servizio pubblicitario di Google, che permette di inserire annunci a pagamento nei vari siti, come descritto nella pagina Google dedicata. Puoi accedere al servizio attraverso il tuo account Google selezionando anche l’obiettivo che vuoi raggiungere: ricevere più chiamate, aumentare le vendite o le registrazioni sul sito web. Puoi anche impostare la zona di azione della tua pubblicità. Quindi inserisci le parole chiave, quelle che saranno ricercate dagli utenti. A questo punto non ti resta che scrivere il tuo annuncio, con titolo e descrizione. Prima di dare l’OK potrai vedere un’anteprima. E solo in questa fase puoi impostare il tuo budget, ricordando il vantaggio principale di Google Ads: pagherai solo se e quando gli utenti fanno clic sulla tua pubblicità.
Se marketing e pianificazione media non sono il tuo lavoro principale, potresti rischiare di sprecare i tuoi soldi in azioni poco efficaci. Per andare a colpo sicuro, scegli il pacchetto completo tra 3 diverse proposte: Start, Intermediate o Full Top.

Burocrazia e autorizzazioni per vendere cosmetici online

La fase delle autorizzazioni è fondamentale. Controlla ogni passaggio per essere in regola ed evitare qualsiasi stop dovuto a cavilli burocratici. Di base per iniziare l’attività ti servirà aprire la partita IVA e iscriverti alla Camera di Commercio, che fisserà il tuo codice ATECO. Infine è necessario avviare la trasmissione telematica della Segnalazione certificata di inizio attività allo Sportello Unico per le attività produttive del tuo comune. Poi è fortemente consigliabile registrare il tuo marchio così da avere la proprietà del nome e del logo, che solo tu potrai utilizzare. Un’attenzione in più è dovuta se hai intenzione di vendere una linea auto prodotta. In questo caso i prodotti dovranno rispettare gli standard di qualità previsti dalla Comunità Europea e dovrai ottenere l’autorizzazione della Asl. Puoi trovare notizie più dettagliate nella sezione dedicata del sito del Ministero della Salute.