I social migliori per vendere cosmetici

I social migliori per vendere cosmetici 900 900 admin

Hai un’attività commerciale di cosmetici e vuoi ampliare le tue vendite? Anche se sei alle prime armi sai che la presenza sui social media è assolutamente necessaria. Lo dicono i numeri. Su Instagram trovi più di un miliardo di utenti attivi, di cui il 70% è sotto i 35 anni. Su Facebook addirittura 2,85 miliardi di persone. E anche sul social più giovane, TikTok, circola già più di un miliardo di utenti. Vuoi forse stare a guardare? Impossibile! Scopriamo insieme qual è la piattaforma più adatta alle tue vendite di cosmetici.

Instagram per vendere cosmetici

Abbiamo già parlato dei numeri impressionanti di Instagram. Aggiungiamo il fatto che essendo il social delle immagini per eccellenza, è particolarmente adatto al mercato dei cosmetici. Su Instagram puoi aprire la tua pagina e pubblicare post e storie. Cura con particolare attenzione le immagini dei post, che rimangono sempre a caratterizzare il profilo e sono perfetti per veicolare le caratteristiche più importanti del tuo brand e dei tuoi prodotti. Le storie invece scompaiono dopo 24 ore e sono ideali per presentare contenuti veloci e coinvolgenti: come si utilizza un prodotto, un momento di backstage, un unboxing dei tuoi prodotti (l’unboxing è il video che presenta l’apertura di una scatola acquistata o ricevuta online). Quando una storia è ben riuscita o ha un ottimo seguito, puoi scegliere di metterla tra le Storie in evidenza, che rimangono sempre visibili. Anni fa era possibile ottenere un certo successo anche con la comunicazione organica, ovvero senza investimenti. Ora, con l’affollamento delle proposte online, è necessaria una campagna di sponsorizzazione che mostrerà i tuoi post proprio alle persone interessate al tuo settore e ai tuoi prodotti. Puoi anche decidere di vendere direttamente su Instagram con la funzione Shopping. Molto amata dagli utenti è la presenza dei tag direttamente sulle immagini con il prezzo e la modalità di acquisto. Basta un clic per passare dal colpo di fulmine al carrello.

Facebook per vendere cosmetici

Per la prima volta nella storia, Facebook sta registrando un leggero calo. Ma stiamo comunque parlando di 2,85 miliardi di persone, un numero incredibile. Su Facebook puoi aprire la tua pagina aziendale e pubblicare post in organico o pubblicizzarli a pagamento, rivolgendoli al target dei tuoi prodotti. È lo spazio ideale per comunicare in modo più discorsivo, puoi raccontare come è nata la tua azienda, puoi spiegare come sono fatti i tuoi prodotti e intrattenere un dialogo con i tuoi potenziali clienti. È importante rispondere subito ai commenti e alle domande dei follower, perché gli utenti apprezzano le reazioni immediate a una loro azione. Mano a mano potrai creare un rapporto con le persone e fidalizzarle al tuo brand. Anche su Facebook è necessario realizzare campagne a pagamento per avere risultati di rilievo. Oggi il social network offre un sistema molto automatizzato e compie per te le scelte più efficaci di pubblico e di distribuzione dei messaggi. Esiste una guida completa per le inserzioni che ti accompagna nell’utilizzo di Business Manager, la piattaforma per le sponsorizzate su FB che lavora in tre fasi: Obiettivo della Campagna, Gruppo inserzioni e Inserzione. Nel primo dovrai segnalare se il tuo obiettivo è farti conoscere, suscitare una reazione oppure vendere prodotti. Nel secondo dovrai inserire soprattutto audience (il tipo di pubblico) e budget. Nel terzo potrai definire il messaggio vero e proprio: immagine o video, testo, link al tuo sito o a qualsiasi altra pagina.

TikTok per vendere cosmetici

Fino a qualche tempo fa era considerato il social “dei balletti”, passione dei giovanissimi. In realtà oggi TikTok è popolato anche dalle grandi case di cosmetici perché ha ampliato molto il suo pubblico, che conta già un miliardo di utenti. Nei suoi spazi puoi pubblicare brevi video, da 15 a 180 secondi. La particolarità è che, a differenza degli altri social, l’utente non può gestire il video iniziando a guardarlo dal punto desiderato. Il video parte sempre dall’inizio e si può al massimo interromperne la visione scorrendo al prossimo video. Alcuni profili TikTok sono diventati incredibilmente famosi, semplicemente mostrando la loro vita personale o la loro attività. Sono solo alcuni casi perché come tutti i social, TikTok richiede professionalità e costanza per chi vuole vendere con i social. Tra i video più apprezzati ci sono le storie di trasformazione, i glow up. Si tratta del meccanismo “prima e dopo”, vecchio quanto la pubblicità, ma sempre accattivante. Alcune idee per proporre i cosmetici su TikTok quindi possono essere:

  1. video di trasformazione: cosa succede utilizzando per esempio un antirughe o come cambia un volto con i tuoi trucchi
  2. video di utilizzo: come si applica una crema o un trucco
  3. video di preparazione: come nascono i tuoi cosmetici (efficace soprattutto se si tratta di prodotti a base naturale)
  4. video di intrattenimento: una storia semplicemente piacevole da seguire e con l’ambientazione più vicina ai tuoi prodotti cosmetici.

YouTube per vendere cosmetici

Tutti conoscono YouTube, il social dei video. Proprio per questa sua natura audiovisiva i temi più trattati sono la musica, il cinema, ma anche i tutorial su argomenti di ogni genere, dalla riparazione della lavastoviglie all’applicazione del trucco. Chi non conosce per esempio Clio MakeUp? Noi ne abbiamo parlato in questo articolo perché è una professionista che ha semplicemente presentato la propria attività con passione (e con tanti video) e che ora ha un successo internazionale. Può essere il social adatto a vendere i tuoi cosmetici soprattutto se hai la possibilità di realizzare molti video da pubblicare nel canale della tua azienda. Perché siano davvero interessanti, punta a risolvere un problema degli utenti e non solo a pubblicizzare i tuoi cosmetici. Per esempio non intitolare un video “Nuova Crema Idratante XY”, ma “Come idratare la pelle in 2 minuti al giorno”.

Pinterest per vendere cosmetici

Una piattaforma a lungo snobbata dalle aziende, ma dai forti numeri a livello internazionale, è Pinterest, oggi scoperta anche dalle multinazionali dei cosmetici. L’utente pubblica immagini proprie o trovate in rete. Gli altri possono mettere un pin, ovvero uno spillo, per ricordare questa idea e appuntarla nella propria bacheca. Oggi Pinterest ha 400 milioni di utenti attivi in tutto il mondo, con un’ottima percentuale di donne. I temi principali che hanno fatto la fortuna della piattaforma sono il fai da te in tutte le sue forme, dal bricolage al ricamo. Negli anni i temi si sono ampliati: ricette, outfit di moda, idee per la bellezza. Anche in questo social si promuovono spesso soluzioni facili e veloci. Per questo se vuoi vendere i tuoi cosmetici su Pinterest sarà necessario presentare fin dalla prima immagine il vantaggio differenziale del tuo prodotto, per esempio: Pelle più levigata in 10 giorni oppure Capelli senza nodi con un solo shampoo.

Vendere cosmetici con i social: a chi serve LinkedIn

LinkedIn è il social dedicato al mondo del lavoro e ad oggi conta 774 milioni di iscritti di cui più di 300 milioni attivi. È uno dei pochi luoghi virtuali dove si possono realizzare comunicazioni b2b, ovvero business to business e quindi è il social corretto soprattutto se non ti occupi di vendita diretta al consumatore finale, ma devi contattare professionisti con un’attività per vendere il tuo prodotto. Su LinkedIn puoi effettuare post gratuiti oppure sponsorizzati per dirigerli a un pubblico definito per tipologia di lavoro e per zona.

Idee per vendere cosmetici con i social media

Come abbiamo detto, il mondo dei social media è piuttosto affollato e richiede spesso un investimento pubblicitario per farsi notare. Tuttavia anche i messaggi sponsorizzati devono seguire i codici di comunicazione di queste piattaforme. Ecco alcuni consigli per vendere cosmetici sui social media.

Contenuti di qualità.

La pubblicità è cambiata e l’utente apprezza contenuti reali e originali offerti dall’azienda che li pubblica. Puoi raccontare come prendersi cura di sé con i tuoi prodotti cosmetici, offrendo qualcosa di interessante oltre alla descrizione del tuo prodotto. Per esempio per una crema da massaggio, non parlare solo della qualità, ma mostra anche come si effettua un massaggio efficace.

Inizio coinvolgente.

Gli utenti hanno dai 3 ai 5 secondi di attenzione prima di cambiare post. Ti conviene essere convincente e interessante soprattutto all’inizio.

Influencer convincenti.

Se vuoi scegliere un influencer per pubblicizzare i tuoi cosmetici, controlla prima se il suo stile è adatto ai tuoi prodotti, perché solo così risulterà credibile. Quindi un’amante della natura se vuoi vendere cosmetici bio, una bellezza pura per i cosmetici da farmacia, un personaggio trasgressivo per il make up che vuole farsi notare.
In ogni azione sui social la parola d’ordine è: autenticità!