Cos’è il Digital Beauty Marketing? Strategie di successo

Cos’è il Digital Beauty Marketing? Strategie di successo 900 900 admin

Perché quando scorri i social vedi una gran quantità di prodotti di bellezza? Semplicemente perché il digital funziona particolarmente bene per tutto quanto ruota intorno alla bellezza. Oggi si parla proprio di Digital Beauty Marketing, una disciplina che dà i suoi frutti. In questo articolo vogliamo capire perché e soprattutto cosa fare per sfruttare il trend positivo e navigare verso nuove vendite. Se hai intenzione di avviare una nuova azienda in questo settore scopri il nostro servizio di consulenza marketing cosmetica per start up. Pronti?

Digital Beauty Marketing. Perché funziona.

I prodotti di bellezza si vendono bene online per diversi motivi:
Il prezzo. I cosmetici, per esempio un lip gloss alla frutta per ragazze, possono partire da pochi euro, e non comportano il timore di spendere o di sbagliare l’acquisto.
La sicurezza. Rispetto agli abiti o a un’automobile, non hai bisogno di provarli per capire se fanno per te. Unica eccezione, il make-up. Ma grazie alle nuove tecniche digitali le utenti possono “provare” ogni colore caricando una fotografia. Comodo e divertente. Ma c’è di più. Sul sito L’Oréal per esempio, con un simulatore virtuale nato dall’intelligenza artificiale, si possono provare centinaia di prodotti live, direttamente con la videocamera del device.
La presentazione. La luce dello schermo rende ancora più magica la presentazione dei prodotti. I colori sono luminosi, i prodotti quasi più belli che dal vivo. Una modalità che rende difficile resistere

I cambiamenti dei social per vendere i cosmetici

I social hanno cambiato il nostro modo di rapportarci al mondo intero. È successo agli individui e accade anche alle aziende. Le grandi firme, prima dell’avvento di internet, parlavano quasi da un piedistallo, presentando i loro prodotti solo attraverso modelle o celeb “ufficiali”. Oggi i brand hanno un rapporto interattivo con i propri clienti. Le aziende propongono, ma al tempo stesso ricercano avidamente i segnali dei consumatori, proprio attraverso i social. Sono molti i marchi che invitano a postare storie o post con l’hashtag del brand per poi premiare gli utenti più interessanti inserendoli nelle proprie bacheche. Inoltre i prodotti vengono spesso mostrati nel loro momento di utilizzo, non solo nel fermo immagine di una foto pubblicitaria.
Sui social possono succedere le cose più strane, ne è un esempio la vendita di un modello di scarpe Gucci (ufficiali!) a 10 euro, avvenuta a marzo 2021. Tutto vero, ma stiamo parlando di virtual shoes, indossabili solo sui social o sulle piattaforme di gaming.

Strategie di Digital Beauty Marketing: le tecniche SEO.

Il Digital Beauty Marketing ha uno strumento troppo spesso sottovalutato: le tecniche SEO (Search Engine Optimization), ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca. Sono loro i veri cancelli da aprire per raggiungere il tuo obiettivo. Tutto si basa sull’utilizzo delle keyword, le parole chiave che creano il percorso che vuoi far fare al tuo cliente. Lo studio delle keyword è la parte più tecnica, ma è importante svolgerla per partire da basi solide. Per stendere un elenco delle keyword correlate al tuo prodotto, parti dal modo con cui un utente cerca di risolvere il suo problema, dalle parole che cercherebbe su Google, Bing o qualsiasi altro motore di ricerca. E in modo altrettanto naturale utilizzale nel titolo e nell’intero testo. Non ripeterle in modo meccanico e inusuale, perché i motori di ricerca oggi capiscono il trucco e abbassano il tuo posizionamento.

Strategie di Digital Beauty Marketing: i tutorial.

Il web è il luogo ideale per mostrare come funziona il tuo prodotto e come si utilizza. Hai a disposizione testo, foto, video. Il testo può dare tutte le istruzioni nel dettgalio. Le foto possono mostrare il risultato oppure, ancora più interessante, la differenza tra prima e dopo. I video sono lo strumento più interessante perché ti permettono di mostrare il tuo prodotto in azione. Non dare nulla per scontato e mostra come si utilizza il tuo prodotto, soprattutto se presenta qualche minima difficoltà, come una tintura per capelli. Per i prodotti più semplici, puoi aggiungere del contenuto interessante. Per esempio puoi mostrare come effettuare un massaggio più efficace con il tuo prodotto anticellulite. Oppure come effettuare un trucco smokey eyes con la tua palette.

Strategie di Digital Beauty Marketing: la fidelizzazione

Un cliente fedele vale oro. Per questo quasi tutti i siti di e-commerce ci chiedono di iscriverci alla loro newsletter. Puoi offrire uno sconto di benvenuto o un piccolo gadget digitale a chi ti mette a disposizione il suo indirizzo e-mail. Grazie al suo permesso potrai iniziare a scrivergli proponendo regolarmente le tue offerte. La newsletter non è prerogativa delle marche che cambiano sempre assortimento. Puoi raccontare sempre qualcosa di diverso sui tuoi stessi prodotti. Ogni volta cerca di aggiungere un tassello in più alla confidenza con il potenziale cliente. Puoi chiedergli di seguirti sui social o di rispondere a un questionario, magari offrendo il famoso piccolo sconto che scatena il desiderio di acquisto.

Strategie di Digital Beauty Marketing: i contenuti.

Forse avrai sentito la frase “Content is king”. Il contenuto è il vero re della comunicazione perché oggi gli utenti cercano qualcosa di interessante, non la solita pubblicità. E in effetti, preferiresti ascoltare un venditore che elogia il suo balsamo o scoprire un metodo per avere i capelli più morbidi?
Il contenuto non si improvvisa e – cosa fondamentale – non si copia dagli altri siti, neppure se stranieri. Molto utile invece prepararsi, utilizzando il web come un’immensa biblioteca per diventare super esperti nel proprio settore e poi rielaborare i contenuti a modo proprio, con uno stile unico e sempre riconoscibile.

Strategie di Digital Beauty Marketing: l’instant marketing.

I social sono il media più veloce e molte aziende hanno preso l’abitudine di cavalcare l’onda dei trend (che spesso durano pochi giorni) per raccogliere consensi. Le tendenze non devono necessariamente riguardare il settore. Pasta del Capitano, per esempio, ha approfittato del video diventato virale di un noto politico che parlava in inglese maccheronico. Per lanciare il suo dentifricio allo zenzero ha utilizzato il titolo “First reaction… Shock!” moltiplicando la possibilità di coinvolgere il pubblico. Se vuoi approfondire il tema, ti può interessare anche questo articolo dedicato ai social per vendere cosmetici.